Esplosione in un’azienda di rifiuti industriali a Robassomero

Intorno alle 7.40 di stamattina,  mercoledì 15 giugno, si è sviluppata un’esplosione nell’azienda A2A “SED” di Robassomero (TO) che si occupa di trattamento dei rifiuti.

Nell’esplosione un operaio di Volpiano, 51 anni, è stato colpito dalle fiamme che hanno provocato ustioni sul 20% del corpo colpendo gambe, braccia e volto. L’operaio stava lavorando vicino ad una cisterna quando, improvvisamente, è stato investito da un’esplosione. L’intervento di un collega, ha evitato il peggio.

Per l’operaio, trasportato al CTO di Torino, la prognosi è di 60 giorni.

Il sistema antincendio della ditta è entrato subito in funzione e all’arrivo dei Vigili del Fuoco, l’incendio era già sotto controllo e al momento non c’è più sviluppo di fumi.

I pompieri, comunque, stanno ancora monitorando l’area. I tecnici di Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale), inoltre, stanno dando indicazioni per il corretto smaltimento delle acque di spegnimento che sono confluite nelle vasche di raccolta. Tre anni fa, nella stessa azienda, c’era stato un incendio con diversi intossicati. Fortunatamente le regole antincendio sono state applicate.

L’operaio danneggiato è stato salvato dal suo collega e fortunatamente se la caverà con due mesi di recupero, prima di ritornare al lavoro.

Stefano Ghelfi