A Caserta per riscoprire il gioiello della Reggia

Qualche giorno fa, sono andata in Campania con la mia famiglia a visitare la Reggia di Caserta, antica residenza reale, piena di magnifici quadri e grandi giardini all’esterno che portano a diversi viali, lungo i quali si possono trovare diverse fontane e statue.

L’esterno

La facciata di questa reggia, è realizzata in laterizi (e marmi provenienti da Carrara). Superato il portone d’ingresso, grazie alla galleria (denominata la “Cannocchiale”), si può intravedere il giardino con le fontane e la cascata artificiale. Sulla parete di fondo, all’interno della reggia, si possono vedere tre statue in gesso, opera di Tommaso Solari.

le Stanze

All’interno della Reggia di Caserta, si possono trovare diversi appartamenti: l’appartamento del Re, della regina, l’appartamento vecchio e quello Murattiano.
Vi si può trovare anche una biblioteca (la biblioteca palatina), divisa in tre stanze, che contiene una raccolta di circa quattordicimila volumi, piena di affreschi alle pareti.

Nella stanza dopo la biblioteca si trova il Presepe Reale (di cui molti pezzi, sfortunatamente, sono andati persi), che stranamente è situato in una stanza senza decorazioni.

Una delle mie stanze preferite è la pinacoteca, piena di ritratti del sovrano e pitture raffiguranti battaglie.

Piccola curiosità: nel progetto originario della Reggia di Caserta erano previste quattro torri ai quattro angoli della facciata esterna, ma purtroppo non sono mai state costruite.
Consiglio di visitare questa fantastica Reggia, perché mi è sembrato un luogo interessante e avvincente, sia per la sua storia, sia per le persone che lì hanno vissuto.

Carolina Bianco