L’anno scolastico riparte da ambiente e sport

Lunedì 20 settembre si è svolta a Coassolo la giornata sportiva organizzata dalla Scuola media Federico Albert in collaborazione con la società G-Mac Sport A.S.D, presso la struttura sportiva adiacente alla chiesa di San Nicolao.

Durante il corso della giornata sono state svolte diverse attività che, come argomento principale, avevano il rispetto dell’ambiente; sono stati affrontati diversi temi, quali lo spreco alimentare, la raccolta differenziata, la sensibilizzazione alla pulizia dell’ambiente, l’importanza dell’acqua, che sono stati approfonditi anche grazie ad alcuni giochi proposti dagli educatori.

Gli alunni erano divisi equamente in cinque squadre con rispettivamente cinque postazioni dove, a turno, si sarebbero svolti i giochi. Il primo stand era organizzato sul tema riciclo dei rifiuti: il gioco consisteva nel porre il rifiuto nel cestino corretto in base allo smaltimento necessario. La seconda postazione era un gioco sullo spreco dell’acqua, mentre il terzo stand consisteva nel creare uno spot sull’ambiente. Nella quarta postazione i ragazzi riflettevano sullo spreco alimentare: bisognava dividere la pasta nelle rispettive tipologie. Nel quinto stand, infine, si chiedeva di ricercare e comporre parole che riguardano l’ambiente e il riciclo. Alla fine del gioco bisognava compilare un cruciverba che avrebbe rivelato la posizione del tesoro.

Al pomeriggio sono state svolte dai ragazzi attività grazie a diverse associazioni: l’atletica leggera di Balangero, la Lida di Ciriè (ente di protezione degli animali) e la G-Mac Sport A.S.D. (società di calcetto di Coassolo) che si sono offerte per venire a spiegare il loro operato; inoltre una quarta attività con i cavalli si è svolta grazie al professor Mussino.

L’associazione Lida si occupa di protezione e sequestro animali. Come hanno spiegato i volontari intervenuti, spesso si recuperano animali maltrattati o abbandonati; non solo cani e gatti, ma anche animali selvatici. Dopo essere andati a prelevarli, portano questi animali dal veterinario o in cliniche, per curarli, controllare il libretto e leggere il microchip. Finiti il controllo e/o il periodo di riabilitazione il cane (o gatto, ecc.) può essere adottato da una famiglia, con il passaggio di proprietà sul microchip.

Al termine delle attività le classi sono tornate a scuola, dove hanno potuto concludere la loro giornata, imparando a conoscere un pezzo in più del mondo intorno a sé.

Alessandra Airola, Pietro Bianco, Elisabetta Mosca (classe 3A)

Guarda la galleria-foto della giornata.